4495 bollettino ufficiale della regione puglia n. 9 del 2912016

Chiudendo questo banner si intende acquisito il consenso. Il portale www. I contenuti pubblicati sul portale sono periodicamente verificati e aggiornati. L'archiviazione delle notizie si basa sul criterio cronologico. E' disponibile sulla homepage del sito, in ottemperanza di tali obblighi, la sezione " Amministrazione Trasparente ". I testi, anche normativi, riprodotti sul sito www. In caso di divergenza dai testi originali, questi ultimi fanno interamente fede e prevalgono su quelli presenti nel portale.

Il Ministero si riserva il diritto di modificare i contenuti pubblicati sul portale e le condizioni indicate in queste note in qualsiasi momento e senza preavviso.

Tutte le interazioni avvengono nell'ottica del pubblico servizio, dello spirito di condivisione, della trasparenza e della chiarezza. Nei canali social vengono pubblicate immagini, fotografie, infografiche, video e altro materiale multimediale da considerarsi in licenza Creative Commons CC BYND 3.

Sono soggetti a moderazione, in ogni caso a posteriori, i contenuti che possono risultare discriminatori o offensivi nei confronti di altri utenti, presenti o meno alla discussione, inclusi enti, associazioni, aziende o chi gestisce e modera gli stessi canali social. Il messaggio del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali in occasione della Festa dei lavoratori. I protagonisti sono i cittadini.

In totale, sono state compilate Nel dettaglio, Online anche la sintesi interattiva e il cruscotto statistico. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto interministeriale del 2 marzo Tentativo di accesso al sito da un browser protetto nel server. Abilitare gli script e ricaricare la pagina.

Per maggiori informazioni consulta la privacy policy Accetta. L'uso dei social media avviene nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Tweet di MinLavoro. News Consulta l'archivio. Documenti e Norme. Ministro e Ministero. Stampa e Media. Europa e fondi europei. Infanzia e adolescenza. Reddito di cittadinanza, scopri come funziona e come fare domanda.

Vai al Registro della Trasparenza. Scopri il sito dedicato ai anni dell'OIL. La sezione dedicata agli Operatori Rdc del Patto per l'Inclusione. Vai al nuovo sito dedicato al PON Inclusione. Recepita la Direttiva europea: tutele e adempimenti. Servizi URP online. Studi e Statistiche Tendenze dell'Occupazione Pubblicata la Nota trimestrale sulle tendenze dell'occupazione.

Attivare JavaScript e riprovare. Agenda Consulta l'archivio. La nostra rete.Scegli il testo:. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.

Cerca nel sito. Leggi regionali Legge regionale 4 agoston. Data di entrata in vigore:. Ai sensi dell' articolo 34, comma 1 bis, della legge regionale 8 agoston. Per effetto delle disposizioni previste all' articolo 46 del decreto legge 24 aprilen. Il comma 5 dell'articolo 24 della legge regionale 3 dicembren. I contributi di cui al comma 6 sono concessi ai sensi del regolamento UE n. Alla legge regionale 16 giugnon.

I parametri di pendenza applicabili sono definiti dal regolamento di attuazione di cui all'articolo 11. Limitatamente all'esercizio finanziarioil termine di presentazione delle domande di concessione di contributo per la progettazione e la realizzazione dei piani di insediamento produttivo agricolo in esecuzione dell' articolo 27 della legge regionale 10 agoston.

All' articolo 2 della legge regionale 27 dicembren. All' articolo 23 della legge regionale 4 giugnon. La lettera b del comma 1 dell'articolo 97 della legge regionale 21 dicembren.

Al fine di dare attuazione al decreto legislativo 10 dicembren. Ai sensi dell'articolo 5, comma 1, delle legge regionale 4 maggion. Alla legge regionale 8 aprilen. La coltivazione di mais geneticamente modificato comporta l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 5.

D. Pres.R. Friuli Venezia Giulia 22/06/2017, n. 0140/Pres.

Le entrate derivanti dal disposto di cui all'articolo 2. Alla legge regionale 22 aprilen. Al comma 1 dell'articolo 20 della legge regionale 26 marzon. Le domande presentate nel corso dell'esercizio finanziario per l'ottenimento dei contributi di cui all'articolo 2, commi 43 e seguenti, della legge regionale 11 agoston. Al comma 5 dell'articolo 17 della legge regionale 27 marzon. Sono abrogati i commi 12, 13, 14, 15 e 16 dell' articolo 13 della legge regionale 31 dicembren.

I contributi di cui al comma 45 sono concessi ai sensi del regolamento UE n. I contributi di cui al comma 58 sono concessi ai sensi del regolamento UE n. All'assegnazione dei contributi si provvede secondo il seguente criterio: a 50 per cento dello stanziamento in misura proporzionale alla popolazione residente nell'area delle strategie di sviluppo locale di ciascun gruppo di azione locale, come selezionate nell'ambito dell'asse IV LEADER del Programma regionale di sviluppo rurale per gli annideterminata dall'UNCEM ai sensi dell' articolo 1, comma 10, della legge regionale 12 febbraion.

I gruppi di azione locale presentano domanda di contributo al Servizio coordinamento politiche per la montagna della Presidenza della Regione entro trenta giorni dall'entrata in vigore della presente legge. Il termine di conclusione del programma straordinario per l'anno previsto dall' articolo 11 della legge regionale 20 febbraion. Gli interventi inclusi nei programmi disciplinati dagli articoli 19, 20 e 38 della legge regionale 20 dicembren.Inoltre la legge stabilisce che:.

Il provvedimento - attuativo della delega di cui alla L. Con riguardo alle norme regolamentari contenute nel D. In particolare, l'articolo 1 dispone che, entro diciotto mesi dalla pubblicazione del provvedimento di Giunta di approvazione del disciplinare tecnico, i Comuni approvino una variante di adeguamento dello strumento urbanistico generale PRG o PAT secondo quanto disposto all'articolo 2 che, al fine di agevolare i Comuni e di accelerare il processo di adeguamento, prevede un procedimento di variante semplificato sia dal punto di vista procedurale che dal punto di vista della tempistica.

Con Avviso di Rettifica in G. Di seguito le principali misure approvate dalla legge:. Ogni anno le indicazioni si dovranno trasformare in norme e misure concrete. Previste misure volte a semplificare la procedura relativa alla ricostituzione dei soprassuoli percorsi da incendio e disposizioni sui tempi di approvazione dei piani di assetto delle aree naturali protette. La legge promuove la realizzazione di impianti solari ed eolici di piccola e media scala negli edifici condominia l i.

In particolare, sono stati adeguati i contenuti normativi regionali con quelli prescritti dalla Dir. In tema di accesso agli atti di gara, la lett. Un volume irrilevante ai fini urbanistici potrebbe creare un ingombro intollerabile per il paesaggio, mentre, al contrario, un volume rilevante ai fini urbanistici potrebbe non avere alcun impatto sul paesaggio e, dunque, in assenza di danno per l'ambiente, non potrebbe costituire un presupposto ragionevole per l'applicazione di una misura ripristinatoria.

La regola generale del silenzio-assenso prevista per il procedimento di rilascio del permesso di costruire dall' art. Modifiche alla l. In tema di appalto, l'appaltatore si trova, rispetto ai materiali acquistati presso terzi e messi in opera in esecuzione del contratto, in una posizione analoga a quella dell'acquirente successivo nell'ipotesi della c.

Salta al contenuto principale.

Consiglio Regionale

Flash news D. Semplificazioni pubblicato in G. Semplificazioni, pubblicato nella G. Testo del D. Semplificazioni - D. Testo e massima della sentenza C. Sanatoria urbanistica e paesaggistica: nozione di volume rilevante Il TAR Toscana chiarisce la differenza tra la nozione di volume utile ai fini urbanistici e la nozione di volume rilevante ai fini paesaggistici ai fini della concessione delle rispettive sanatorie.Gazzetta n.

Comunicazione contenente "Tabelle dei codici" e "Istruzioni per la compilazione" delle schede di rilevazione dati, da utilizzarsi da parte delle stazioni appaltanti, ai sensi dell'art. Premesso che: 1. Nella Gazzetta Ufficiale del 2 novembren. Con successivo avviso pubblicato nel Supplemento ordinario n.

I dati relativi ai lavori di interesse regionale, provinciale e comunale delle regioni non ricomprese nell'elenco debbono essere inviati, in via transitoria, alla sezione centrale dell'Osservatorio - palazzo Campanari - via di Ripetta n. Le tabelle e le istruzioni per la compilazione delle schede di cui alla comunicazione, pubblicata nel supplemento ordinario n. Le informazioni di cui ai punti 6 e 7 della suddetta comunicazione devono essere inviate entro quindici giorni a partire dal 1o marzo Roma, 11 febbraio Il presidente.

I soggetti tenuti alla trasmissione dei dati informativi relativi agli appalti di lavori pubblici sono quelli elencati all'art. Al fine di gestire univocamente la ricezione e la elaborazione dei dati l'Autorita' per la vigilanza sui lavori pubblici, con delibera di consiglio del 9 dicembreha fissato i criteri per la raccolta dei dati attraverso una modulistica che e' stata poi resa pubblica nel supplemento alla Gazzetta Ufficiale del 15 dicembre La modulistica di specificazione dei dati informativi sui lavori pubblici e' composta da una serie di "schede" individuate rispettivamente dalle lettere "A, B, C, D ed E".

La scheda B1 e' pertinente a: 1 inizio lavori. La scheda B2 e' pertinente a: 1 stato di avanzamento dei lavori. La scheda B3 e' pertinente a: 1 varianti. La scheda B4 e' pertinente a: 1 ultimazione dei lavori.

La scheda B5 e' pertinente a: 1 collaudo tecnico amministrativo. La scheda B6 e' pertinente a: 1 importo finale dei lavori. La scheda C1 e' pertinente a: 1 anagrafica stazioni appaltanti. La scheda C3 e' pertinente a: 1 anagrafica professionisti. La scheda E e' pertinente a: 1 lavori affidati a trattativa privata, o a mezzo gara di importo inferiore a La scheda B1 deve essere inviata entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale di consegna lavori.

La scheda B2 deve essere inviata entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla data di emissione di ciascun certificato di pagamento. La scheda B3 deve essere inviata entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla data di approvazione della variante da parte della stazione appaltante.

La scheda B4 deve essere inviata entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla data del certificato di ultimazione dei lavori, in caso di nuovo termine finale contrattuale a seguito di delibere della stazione appaltante la scheda andra' aggiornata entro trenta giorni dall'evento. La scheda B6 deve essere inviata entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla data in cui il direttore dei lavori ha redatto il conto finale.

La scheda B5 deve essere inviata entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla data di approvazione della stazione appaltante del certificato di approvazione degli atti di collaudo.

Le comunicazioni relative a lavori affidati a trattativa privata ovvero aggiudicati con gara di appalto, di importo inferiore a Per il periodo intercorrente tra il 1o gennaio ed il 29 febbraio tutte le stazioni appaltanti dovranno rimettere, entro quindici giorni naturali e consecutivi, decorrenti dal 1o marzo le schede opportunamente compilate.Anno XL - N.

Rapporti Stato-Regioni. Affari di politica internazionale e comunitaria. Ordinamento regionale. Enti locali. Ordinamento Enti locali. Circoscrizioni comunali e provinciali. Organizzazione e personale. Incarichi esterni. Partecipazione popolare. Polizia locale. Polizia amministrativa. Persone giuridiche, aziende regionali e locali. Accordi di programma. Finanze e tributi. Demanio e patrimonio. Contratti e appalti della P. Servizi sociali. Formazione professionale.

Diritto allo studio. Sport e tempo libero. Sviluppo economico.

ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE - COS'E' E COME FUNZIONA

Interventi speciali. Infrastrutture generali. Aree attrezzate e insediamenti produttivi. Fiere e mercati.

Bollettino Ufficiale Regione Puglia

Acque minerali e termali. Occupazione giovanile. Ambiente e territorio. Urbanistica ed edilizia privata. Edilizia economica, popolare e scolastica.Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Accetto Privacy policy. Percorso di navigazione Home Servizi Normativa Decreto del Sottosegretario - Disposizioni urgenti e transitorie in materia di pesca del polpo octopus vulgaris mediante l'impiego di "trappole in materiale plastico".

Decreto direttoriale n. AGEA n. DM Decreto n. DDG n. DM del Decreto Direttoriale n. Aggiornamento - Registro dei Fabbricanti di fertilizzanti e Registro dei fertilizzanti. Registro dei Fabbricanti di fertilizzanti e Registro dei fertilizzanti. Decreto 14 novembren. Decreto interministeriale 8 novembren. DDecreto n. Decreto ministeriale n. Avviso pubblico per organizzazione Finali Circuito allevatoriale.

Decreto interministeriale Indigenti, n. Bollettino Ufficiale n. Decreto Ministeriale prot. Decreto Direttoriale N. Modifiche periodi fermo pesca acciughe anno Modifica del finanziamento del sostegno accoppiato, dall'anno di domandarelativo alle misure latte bovino e vacche nutrici e all'incremento del sostegno per le misure relative alla coltivazione del riso, della barbabietola da zucchero e del frumento duro.

Circolare n. Decreto interministeriale 7 agoston. Decreto Interministeriale n. Modificazione articolo Rettifica Calendario dei test morfo-attitudinali dei giovani stalloni e fattrici di 2 e 3 anni di razza Sella Italiano. Testo unico in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle piante officinali, ai sensi dell'articolo 5, della legge 28 luglion. Cosma e Damiano.

Differimento termini. Autorizzazione all'organismo denominato "BioAgriCert S. Calendario dei test morfo-attitudinali dei giovani stalloni e fattrici di 2 e 3 anni di razza Sella Italiano. Attuazione Regolamento Omnibus. Pagamenti diretti.VISTA la legge regionale 16 novembren. Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell' articolo 53 della legge regionale 16 novembren.

Le operazioni di carattere non formativo si suddividono in operazioni riferite ad azioni di accompagnamento e operazioni riferite ad azioni di sistema.

Le operazioni relative ad azioni di accompagnamento costituiscono supporto alle operazioni formative e comprendono interventi di assistenza quali la fornitura di vitto o convitto agli allievi che partecipano ai percorsi di istruzione e formazione professionale IeFPdi tutoraggio pedagogico e di sostegno alla partecipazione di soggetti svantaggiati alle varie operazioni formative. Qualora un'operazione si configuri come primo esemplare e modello di una serie di progetti formativi o non formativi successivi, in sede di presentazione e selezione l'operazione costituisce un prototipo, per assumere successivamente, in fase di attuazione e gestione, la denominazione di edizione corsuale o seminariale.

Alle operazioni di carattere non formativo di cui all'articolo 2, comma 4, non si applicano gli articoli 9, 10 e Le operazioni sono presentate da soggetti privati o pubblici non territoriali, senza scopo di lucro, aventi tra i propri fini statutari la formazione professionale, definiti soggetti proponenti.

All'avvio dell'operazione, il soggetto attuatore deve essere accreditato ai sensi della disciplina regionale in materia di accreditamento. La selezione delle operazioni e delle candidature dei soggetti attuatori avviene con l'applicazione delle metodologie e dei criteri per la selezione delle operazioni da ammettere al finanziamento del Programma Operativo Regionale - POR- del Fondo Sociale Europeo nel tempo vigente e riportate nell'avviso pubblico e nelle direttive di riferimento.

La selezione si conclude nel termine di sessanta giorni dalla scadenza dei termini previsti per la presentazione delle operazioni. Gli esiti della selezione sono approvati con decreto del Direttore dell'ufficio regionale competente, entro trenta giorni dalla conclusione della selezione. Il decreto pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione e sul sito internet www.

La selezione delle operazioni di carattere non formativo avviene secondo quanto previsto nell'avviso pubblico di riferimento. Le operazioni possono essere avviate dopo la concessione del finanziamento prevista all'articolo Le operazioni, fatte salve modifiche di carattere non sostanziale, si svolgono secondo quanto previsto dalla proposta approvata. Le variazioni agli obiettivi e ai contenuti dell'operazione approvata, compresa la loro articolazione oraria e ferma restando la durata complessiva dell'operazione, solo in casi eccezionali debitamente motivati e autorizzati dall'ufficio regionale competente.

Salvo il limite massimo delle 40 ore settimanali, sono possibili deroghe, autorizzate dall'ufficio regionale competente, a fronte di motivate esigenze. Salvo diversamente disposto dall'avviso pubblico o dalla direttiva di riferimento, le ore di formazione devono essere realizzate nell'arco di tempo compreso tra le ore Lo svolgimento dello stage deve essere documentato da un accordo sottoscritto dal soggetto attuatore e dal soggetto ospitante.

L'accordo, parte integrante della documentazione finale attestante la realizzazione dell'operazione, contiene i seguenti elementi:. Fra il soggetto ospitante e chi viene ospitato in stage non si instaura alcun tipo di rapporto di lavoro; l'ospit.

Salta al contenuto principale. Friuli Venezia Giulia Ord. Testo coordinato con le modifiche introdotte da: - D. Scarica il pdf completo Stampa le parti selezionate